Il baccalà alla catanese, è un piatto delle mie origini siciliane, un agro dolce per eccellenza. Lo cucinava semre la mia bisnonna, di solito il martedì al ritorno da scuola, sentivo appena varcata la soglia di casa sua questo profumino di buono…. Inconfondibile odore di pesce sapido e di tanta dolcezza. Ovviamente al baccalà alla catanese si accompagnavano racconti di viaggi in Sicilia, di vacanze al mare, di spiagge fatte ancora per sole donne e per soli uomini, divisi da un muro, oltre a cui non si poteva andare per decenza. Allora io chiedevo mentre mangiavo di vedere delle foto. Non capivo il perchè di tanto pudore. Non Avevano neanche 1 cm di pelle scoperta! E gli uomini, chiamarli in costume era un eufemismo, avevano i pantaloni. La mia bisnonna rideva e diceva, “cara mia era così”. C’era l’imbarazzo della scoperta, un pò come scoprire piatti nuovi. A Catania, sono tornata tantissimi anni dopo senza la mia bisnonna, ma in un viaggio  di sole donne, io e la mia mamma. Quei colori, quel sole ardente, il mare blu, la spiaggia infinita e la sua scogliera. La calma delle distese a contrasto con il fervore ardente del mercato. Era proprio come diceva la mia bisnnna, i contrasti, tutti in un piatto, il baccalà alla catanese.

Ingredienti

Filetti di baccalà

1 Peperone rosso per ogni baffa di baccalà

1 Manciata di Mandorle

1 Manciata di uvetta

1 Bicchiere di Aceto

1 Rametto di Rosmarino

Olio evo

Poca Farina

Accendete il forno a 200°, quando ha raggiunto la temperatura mettete il peperone intero in una teglia con carta forno. Cuocetelo 30 minuti, ricoedandovi di girare lato dopo 15 muniti di cottura. Quando è ancora caldo mettete il peperone in una busta (tipo sacchetti per surgelatore o busta del pane) e chiudete, lacsiandolo freddare all’interno della busta. Un trucco per eliminare buccia e semi senza impazzire. Eliminate la pelle del baccalà (chiedete anche al vostro pescivendolo)e tagliate a pezzettoni il pesce. Infarinatelo leggermente. Scaldate l’olio in padella insieme al rosmarino, l’uvetta e le le mandorle. Fate sfrigolare ora il baccalà da entrambi i lati e sfumate con l’aceto. Coprite con un coperchio ed ultimate la cottura (10 minuti). Ora prendete la bustina con il peperone, apritela ed eliminate buccia e semi. Tagliate delle falde di peperone. Impiattate il baccalà ed adagiate sopra ogni pezzo una falda di peperne. Assaporate ora tutta la scioglievolezza dei sapori. Noti contrastanti e pungenti. la sapidità che incontra la mobidezza del peperone, tutto avvolto in una dolcezza infinita. Buona sicilia a tutti voi!

Stampa