I fazzoletti di seta, mandilli de saea per l’esattezza, è un piatto tipico della tradizione ligure. Perchè si chiamano fazzoletti? Perchè è una pasta liscia, avvolgente e vibrante. Ha davvero la consistenza di un fazzoletto di seta, che sembra fluttuare nei suoi meravigliosi sughi di accompagnamento. Il condimento perfetto della liguria è ovviamente il pesto, ma anche un sugo di coniglio o un pesto alle noci è perfetto, e che dire del ragù? I fazzoletti di seta sono buoni ovunque e comunque. Adoro riscoprire le ricette del nostro patrimonio culinario, mi piace scoprire e renderle mie. Sapete che questi fazzoletti hanno conquistato il mio cuore e da oggi in poi sono diventati una delle ricette del mio cuore. Un solo e pesante rammarico, non averli fatti assaggiare e non averli potuti mangiare con una persona spaeciale, li avrebbe amati… Li dedico a lui (concedetemelo)

Ingredienti

Per 6 persone

2 Tuorli d’uovo

Farina di Semola di grano duro (250 gr circa)

Acqua

Sale (poco)

2 Cucchiai colmi di Pecorino

 

Sbattete i tuorli, unite il sale, il pecorino e la farina. Ora pian piano aggiungete l’acqua, finchè il composto non diventa liscio, morbido e non appiccicoso. Avvolgete l’impasto in un canovaccio e fate riposare in frigo per 30 minuti. Ora dividete l’impasto in 2 parti e aiutandovi con la farina, iniziate a stendere con il mattarello la pasta. Tirate bene la pasta abbastanza sottile e tagliate dei rettangoli larghi. Procedete così anche con l’altra parte dell’impasto. Ora buttate in acqua bollente e salata, cuocete per circa 3 minuti e condite piacimento. Buon appettito!!!

Stampa