Gli gnocchi allo zafferano mi fanno cantare…”Domenica è sempre domenica” cantata da Mario Riva nel lontano 1958.. Ed è vero, la domenica è una gioia che va riscoperta e goduta. Concediamoci un pranzo fuori, una giornata all’aria aperta, o una meravigliosa tavola imbandita. Gli gnocchi allo zafferano, racchiudono tutte le note della felicità. Il giallo colore dello zafferano, splendente come il sole, il sapore allegro di una giornata fuori porta, il gusto di riscoprire le novità. Una ricetta piena di tutto. Gli gnocchi allo zafferano aprono i sensi, il gusto, l’olfatto ed i sorrisi. Facili da impastare, gioiosi da mangiare. Lo gnocco allo zafferano fa proprio domenica e allora.. Buon pranzo della domenica!

Ingredienti

Patate

Farina (1 etto per ogni etto di patate)

1 Uovo

2 cucchiai di Latte

Zafferano (quantità secondo il gusto)

Sale

Noce moscata

 

 

Lessate le patate in acqua salata con la buccia e partite da acqua fredda. Controllate la cottura appena la buccia inizia ad aprirsi. Una volta cotte, raffreddatele e sbucciatele. Scaldate lievemente il latte e scogliete lo zafferano e lascaitelo in infusione circa 15 minuti (sprigionerà tutto il suo aroma). Schiacciate le patate con lo schiaccia patate o con un bicchiere dal fondo spesso. Salate, aggiungete il latte con lo zafferano, la farina, l’uovo, la noce moscata. Aggiungete lievemente più farina rispetto al solito, dal momento che avete messo del liquido nell’impasto. Ora formate dei rotolini (sempre aiutandovi con la farina) tagialte dei dadini e formate gli gnocchi. Potete strascinarli su di una forchetta, lasciarli a dadini, o affossare con un dito il centro dello gnocco. Ora mettete a bollire dell’acqua, io aggiungo anche qui lo zafferano, mi piace troppo il suo sapore, ed una volta che lo uso lo uso alla grande. Quando l’acqua salata bolle, tuffate gli gnocchi, qando vengono a galla considerate 2 minuti prima di scolarli. Ora condite a piacere e.. Buon pranzo della domenica!

Stampa