E’ uno di quei piatti che non passa mai. Facile da fare, figura assicurata…E’ uno di quei piatti che hanno un nome che non ho mai capito. Involtini messicani, perchè messicani? Non c’è neanche la parvenza di piccante. Anzi è un piatto voluttoso sul palato. Avvolgente nei sensi. Da piccola quando mia mamma li preannunciava per cena, non vedevo l’ora che la giornata finisse per mettermi seduta a tavola e mangiarli per cena. Poi mi faceva così figo…Involtino messicano, aveva quella connotazione e fascino di paesi lontani. E’ un involtino di carne delizioso e profumato. Si può fare con qualsiasi fettina di carne sottile (pollo, manzo, vitella, tacchino..) sono ripieni di carne, mortadella o prosciutto e si girano su loro stessi diventando involtino….e piacere puro.

Ingredienti

Fettine sottili di Carne (in questo caso ho usato il pollo)

Fettine di Mortadella o Prosciutto (una per ogni involtino)

Carne Macinata

1 uovo

Farina (per infarinare l’involtino prima di cuocerlo)

2 Cucchiai di Pangrattato

4 Cucchiai di Parmigiano

2 Cucchiai di Latte

Sale

Noce Moscata

Stuzzicadenti per fermarli

Olio Mvo

Mezzo Bicchiere di Marsala o di Birra

 

Mischiate nel macinato l’uovo, il parmigiano, il sale, la noce moscata, il latte, il pangrattato. Disponete sulla fettina di carne una fetta di affettato e il composto di macinato. Arrotolate la fetta di carne avvolgendola e creando il vostro involtino. Chiudetela con l’aiuto di uno stuzzicadenti. Infarinatela. Fate scaldare l’olio e adagiatevi gli involtini. Lasciate rosolare salate e sfumate con il marsala/birra. Quando la parte alcolica è evaporata fate cuocere a fuoco lento e coperti per 45 minuti. Scoperchiate e lasciate rapprendere sul fuoco per altri 10 minuti…Pronti per essere gustati. E’ uno di quei piatti speciali che purtroppo finiscono nel dimenticatoio, invece vale la pena condividerli e assaporarli finiìo all’ultimo boccone.

Stampa