Non sei un romano vero, se almeno una volta nella vita non hai mangiato il maritozzo. Il maritozzo vero è con la panna, quando lo mangi devi affondaretutta la facia dentro questa soffice goduria.

Quando ero pischella (giovane) era prassi, la sera, in sella al motorino, fermarsi, prima di tornare a casa, dal maritozzaro! Guai a non farlo. Dopo aver ballato, essere andati in giro maritozzo tutta la vita! Una vera goduria di vina. E gli antichi romani lo sapevano bene! Certo perchè questa dolcezza ha radici nell’antica Roma.

Le ragazze in età da marito, esibivano la domenica in piazza esibivano questi dolci davanti agli aitanti romani. Si sceglievano e cercavano tra loro in base alla bontà di questo dolce. Se la conquista era corrisposta la ragazza regalava il maritozzo, altrimenti… Maritozzi per la prossima domenica!

Questa è storia! Divertente, irriverente,dolce quanto basta, proprio come il maritozzo. Vi regalo la ricetta, da gustere quando volete! Una sorpresa anche per San Valentino, in barba ai cuori.. Maritozzi!

Ingredienti

Per circa 12 Maritozzi

400  gr di farina 00

50 gr di Farina di Manitoba

150 ml di Latte

1 Bustina di Lievito di Birra Secco

100 gr di Zucchero

90 ml di olo di Semi

2 Tuorli d’Uovo

1 Pizzico di Sale

Latte per spennellare la superficie

Panna Montata

Stemperate il latte, mettete la bustina di lievito insieme ad 1 cucchiaino di zucchero. aspettate che in superficie si crei la schiumetta. Unite il latte alla farina, ai tuorli, il sale, lo zucchero e all’olio. Impastate bene e fate una palla, incidetela nel mezzo. Fate lievitare l’impato in un recipiente coperto per circa 10 ore (preparate l’impasto la sera prima). Formate dei panini lunghi adagiateli in teglia e fate lievitare coperti con un telo per altri 40 minuti. Portate il forno alla temperatura di 180°. Cuocete per 30 minuti, poi toglieteli dal forno e spennellate la superficie con il latte. Infornate per altri 5 minuti. Montate la panna e quando il maritozzo si è intirpidito, incidete la lunghezza e farcitelo con la panna. Siete pronti per assaporare il vero godimento???? A Roma va così… Le colazioni sono indimenticabili!

Stampa