E’ bello perdersi nelle vie del centro, girovagare senza meta, in cerca di regali di Natale. E’ bello riscoprire angoli nascosti, immergersi nella parte non turistica della città. Appropiarsi di spazi in movimento, avere e trovare il senso di appartenenza in qualcosa che fino a pochi secondi fa era sconosciuto.

Ogni volta che giro in una nuova città, cerco il mio mondo delle meraviglie. Non credete sia la cosa più divertente di un breve break passeggero?

Le passeggiate romane, sono una continua scoperta, fanno assaporare in maniera diversa il bello della mia città. Imbattersi in nuovi sorrisi, gesti e sapori. Incantato è stato l’incontro con un portoncino di legno rosso. Folgorante sospirare davanti alle vetrine di un negozio, come una bimba davanti al paradiso delle caramelle. Vi è mai capitato?

La scoperta di un passato dai conturbanti sapori è oltre quella incantata porticina rossa, che sa di favola.

La Salumeria Focacci è in pieno centro romano. Lasciare alle proprie spalle P.zza Di Spagna, passeggiare per via della Croce ed entrare in una bottega artigiana vera, piccoli tesori della nostra arte italiana. Decido di entrare, avvolta nei profumi, travolta dai sapori. i miei occhi si soffermano su delle mani che avvolgono nel filo il famoso Culatello, che odore… Quanta tradizione in quei gesti! Mi perdo davvero come Alice nel paese delle meraviglie in un mondo fatto di piccoli gesti, di tradizioni di famiglia, di sorrisi, piacevoli chiecchiere e confidenze. Mi lascio guidare dai racconti da dierto il banco dei norcini. Tutto sa di storia, di passato, di amore per la tradizione affidato a cure particolari. Assaggio qualche formaggio. Ritrovo prodotti ormai persi. Il guanciale vero, della storia amatriciana, la mitica coppa romana. L’avete mai assaggiata? Un preludio per le papille gustative. Ritrovo le coppiette di maiale con semi di finocchio. Mi lascio guidare dai consigli dei salumieri. Mi lascio spiegare da Alessandra e Cristina nel percorso tra le varie e colorate bottiglie di aceto. Abili padrone di casa, mi accompagnano verso la scoperta di una vera bottega di salumi, di arte norcina… Sapete quanto son golosa!! Penso ai miei regali di Natale. Unisco l’utile ad il magnifico. Tanti pacchetti colorati, fiocchi rossi in cui incartare parmigiani stagionati, salumi sotto vuoto e leccornie di ogni tipo. Quest’anno ho deciso di regalare piccole eccellenze della tradizione culinaria italiana. Esco dalla porticina rossa piena di gioia e con tanti pacchetti colorati da mettere sotto l’albero di Natale. Esco con la voglia di rientrare e con la consapevolezza di aver vissuto un’ esperienza che sa di buoni sentimenti e felici scoperte.

E voi, avete già pensato ai vostri regali natalizi? Se vi capita di perdervi per le vie del centro romano, vi consiglio vivamente una visita in questa bottega mangereccia delle meravilgie. Sono curiosa di sapere se riuscirete a resistere ad una rosetta appena sfornata ripiena di mortadella appena affettata..

 

 

 

Stampa