Quando ho voglia di un pranzo veloce, ripiego sempre sulla piadina, tanti ricordi girano intorno a questo impasto di acqua e farina, semplice, ma ripieno di tanta goduria. Ricordi di me adolescente, che facevo viaggi da sola o con gli amici e poi raggiungevo i miei genitori a Cervia o Milano marittima. Sole, pedalate e pausa piadina. Beata gioventù. Ciò che è rimasto di quegli anni, è una io più cresciuta e consapevole e la felicità di addentare la piadina. 3 Ingredienti e tanta bontà!

Ingredienti

1 kg di Farina 0

150 gr di Strutto oppure 200 gr di Burro morbido

Sale q. b.

Metà acqua e Metà Latte

 

Anticipo che la piadina nasce con lo strutto, ma ripeto il burro (ammorbidito va benissimo), inoltre, per la quantità dei liquidi (acqua e latte) dovete regolarvi mentre impastate. Mischiate la farina, i sale e lo strutto/burro con i liquidi, da aggiungere piano piano finchè non si amalgamano gli ingredienti. Deve diventare una palla non troppo appicicosa e va lavorata poco, per evitare che incorpori aria. Fatela riposare mezz’ora avvolta in un panno e successivamente dividetela in palline. Stendete ogni pallina con il mattarello aiutandovi con la farina, formate dei dischi sottili. Cuocete in una padella calda antiaderente. Vedrete che in superficie si formeranno delle macchiette marroncine, giratele 2 volte per lato durante la cottura. Ora farcite come più vi piace, io ho usato la mortadella, lo stracchino e l’insalta.. Che gusto!!!

Stampa