A Roma non chiamatele Salsicce, ma SARCICCE, lasciate perdere, chiamate così è proprio un altro gusto! E appena arriva il freddo, sui tavoli delle case romane si apparecchia, rigorosamente sulla tavola di legno, la POLENTA CO E SARCICCE….Ti verrebbe voglia di tuffarteci dentro. E’ buona regola aggiungere nel sugo di pomodoro oltre le salcicce, anche le spuntature di maiale…Polenta, sugo, salsicce e spuntature abbracciate strette streyte nel loro grasso di cottura. Che poesia! E che divertimento, perchè quando nelle case i soldi per comprare salsicce per tutti non ve ne erano, l’unica salsiccia del sugo si metteva al centro della polenta, e si  faceva la gara a chi l’acchiappava per primo. Un meritato bottino. In alcune case la tradizione è rimasta (come nella mia)  e mangiare la polenta fa subito festa. Poi ovviamente si sfoderano anche le altre salsicce…Provate a divertirevi anche voi..

Ingredienti

Polenta

Per il sugo:

Pomodoro

Salsicce (una a persona)

Spuntature (facoltative)

Olio

Mezzo bicchiere di vino bianco

Sale

Pepe

 

Per il sugo. mettete a scaldare un filo di olio, tuffateci dentro le salsicce e le facoltative spuntature e fate sfrigolare. Aggiungete il vino bianco e lasciate evaporare. Ora mettete la polpa di pomodoro, salate e pepate. Rimestate e coprite con il coperchio e lasciate cuocere per circa un’ora. Ora scoperchiate e lasciate in cottura altri 15 minuti. Procedete con la cottura della polenta. Impiattate oppure mettete la polenta sulla tavola di legno. Spolverata di pecorino (facoltativo), salsicce e iniziate a divertirvi!!

Stampa