Avete mai provato ad abbinare la classica cacio e pepe con i frutti di mare? Un successone a dir poco. la cremostà intramontabile del cacio e pepe si lascia trasportare nel mare. Se pensate che l’abbinamento del pesce con il formaggio sia azzardato, sbagliate.. E’ uno sposalizio azzeccatissimo. Come abbinare il vino rosso al pesce, ormai è stato sdoganato, fortunatamente! La cucina è evoluzione su basi classiche, l’importante è dosare bene gli ingredienti. Vi assicuro lo spagheto cacio e pepe con i frutti di mare è assolutamente da provare! In fin dei conti cacio e pepe è un piatto della tradizione romana, e Roma è a due passi dal mare.. Quind ci sta tutta!

Mi è sempre piaciuto farmi tornare i conti..

Ingredienti

Spaghetti

Pecorino Romano (la crosta nera è la sua tipicità)

Pepe

Olio evo

Vongole

Cozze

Acqua di Cottura della pasta

 

Grattugiate il più finemente possibile il pecorino (la grattugia a grana finissima) è solo questo il modo per ottenere la cremina del cacio e pepe. In una padella scaldate un filo di olio e tuffate dentro le vongole. Coprite con il coperchio fino all’apertura del loro guscio ( 10 minuti non di più). Ora passate alla cottura delle vongole. In un’altra padella scaldate un filo di olio e cuocete le cozze coperte con un coperchio (10 minuti) fino ad apertura del guscio. Unite i sughi rilasciati dalle vongole e dalle cozze. Ora cuocete gli spaghetti. Levate 2 bicchieri di acqua di cottura ( a cottura quasi ultimata, dal momento che sarà piena di amido, vi aiuterà nella crema del cacio e pepe) ed emulsionate (aiutatevi con una frusa) con poca acqua alla volta il pecorino, Si formerà pian piano una cremina bianca. Scolate la pasta 3 minuti prima e ripassate gli spaghetti con i sughi dei frutti di mare. Tuffate ora gli spaghetti nella crema del cacio e pepe e rimestate molto bene,per inglobare tutta la cremosità. pepate rimestate ed impiattate con i frutti di mare. Che ne pensate? A casa mia amici e parenti la spolverano in 3 secondi, facendo calare il silenzio, sentendo solo lo scroscio dello spaghetto… Qualcosa vorrà dire, no?

Stampa