Ci sono zuppe e zuppe. Alcune rimangono nel cuore, come odori, sensazioni, sentimenti. Questa zuppa di verza, la mangiai ad Amatrice, durante una vacanza romantica con Lorenzo. Una fuga dalla città, dal caos. Una fuga per riapacificare l’animo. Questa zuppa di verza è proprio questo, riappacificazione dei sensi. Voluttuosa, di gusto e prepotentemente saporita. Ci vuole poco per farla, ma vi assicuro che portarla in tavola sarà un successo garantito. Avete una bella zuppiera per presentarla? Abbrustolite qualche crostino di pane ed il capolavoro è pronto!

Ingredienti

Per 6 Persone

2 Carote

2 Patate

Mezzo Cipollotto

Mezza Verza

Olio Evo

Mezzo Bicchiere di Vino

Sale

Guanciale a piacere

 

Tagliate la verza a listarella (ovviamente avendola prima lavata). Pulite le carote, la patata ed il cipollotto. Taglaiteli a dadini. Irrorate di olio una pentola molto capiente. Farte rosolare bene,aggiungete la verza, salate e sfumate con il vino. Aggiungete acqua fino a coprire molto bene tutte le verdure. Fate cuocere a fuoco lento e coperto per almeno 1 ora. Togliete il coperchio, alzate la fiamma e continuate la cottura per altri 15 minuti. Mentre la minestra cuoce, tagliate a listarelle sottili il guanciale, scaldate una padella e fatelo abbrustolire. Frullate grossolanamente con il mixer. Aggiungete il guanciale croccante e portate in tavola accompagnata da crostini, un filo di olio e a piacimento una spolverata di pepe… Ora coccolatevi con questa calda zupa scalda cuore…. E buon appetito!

Stampa